top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreGruppo Sadel

TSO: trattamento sanitario obbligatorio


Significato di TSO

TSO è l’acronimo di Trattamento Sanitario Obbligatorio, cioè l’insieme delle procedure sanitarie applicate in caso di necessità clinica a un soggetto che rifiuta di sottoporvisi, per tutelarne la salute.


In Italia, legge che regolamenta il TSO è quella del 23 dicembre 1978, articoli 33-35. L’articolo 34 disciplina il TSO in caso di patologie psichiatriche, che costituiscono il principale motivo di ricorso al TSO. È anche vero, però, che i TSO possono essere attuati per qualsiasi motivazione sanitaria, come per esempio per le malattie infettive, in caso di urgenza e se il paziente rifiuta il trattamento che però costituisce una minaccia in quanto mette a rischio la salute collettiva. Il ricovero forzato (precedentemente noto come ricovero coatto) è possibile solo se sussistono contemporaneamente tre condizioni:

  • il soggetto è affetto da patologia e necessita di cure sanitarie urgenti;

  • il soggetto rifiuta i trattamenti sanitari;

  • non c'è possibilità di curare il paziente al di fuori dell’ospedale.

Nel caso di malattia psichiatrica, il soggetto viene ricoverato in un Centro di Salute Mentale (CSM) o nel reparto di psichiatria di un ospedale pubblico (SPDC - Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura).




Procedura del TSO

Il Trattamento Sanitario Obbligatorio consiste di una serie di interventi sanitari. Dal momento in cui il sindaco ha autorizzato a procedere con il TSO, infatti, il personale sanitario ha la competenza di attuare il provvedimento, che consiste nel ricovero forzato presso ospedali pubblici o comunque all'interno di strutture convenzionate.


Seguendo quindi l’ordinanza di TSO, il soggetto viene invitato da vigili e sanitari a recarsi con loro presso il CSM o il reparto di SPDC. Qualora opponesse rifiuto, il personale sanitario insieme alla Polizia Locale può ricorrere alla forza per riuscire ad accompagnare la persona sull'ambulanza.

Tra i diritti del paziente sottoposto a TSO rientra la possibilità di entrare in contatto con chi vuole così come la possibilità di scegliere se essere ricoverato in una struttura alternativa a quelle proposte. Va ricordato che il TSO è un’eventualità procedurale del tutto eccezionale, e che può essere attuata in seguito di vari tentativi (fallimentari) di ricevere consenso da parte del paziente. Infatti, il TSO va attuato nel pieno rispetto della dignità della persona (articolo 32 della Costituzione Italiana) e può trasformarsi in ricovero volontario nel caso la persona richieda volontariamente di essere assistita.



19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page