Cerca
  • Gruppo Sadel

Prevenzione senologica: consigli ed esami

Cosa vuol dire prevenzione senologica?

E' l’insieme di tutte quelle azioni attuate al fine di poter prevenire delle patologie senologiche, in primis il tumore alla mammella. Si tratta di un percorso che inizia già in giovane età, per protrarsi lungo tutta la vita della donna, con azioni e controlli che si differenziano in base alle fasi della vita e all’esposizione a fattori di rischio, quali la familiarità con la patologia oncologica, il fumo o l’abuso di alcool.


Prenditi cura di te ogni giorno!


Prima ancora di sottoporsi a controlli e visite mediche, è importante curare lo stile di vita. Svolgere attività fisica, seguire un’alimentazione bilanciata con una forte assunzione di verdure, evitare il fumo di sigaretta e l’abuso di alcool sono comportamenti sani che permettono di diminuire il rischio di sviluppare la patologia.

Queste attenzioni permettono di proteggere da numerose patologie oncologiche, metaboliche e sistemiche. Continuare a fare attività fisica anche in età avanzata e dopo la menopausa, in base al proprio stato fisico e al proprio allenamento, è inoltre una scelta di salute che può rivelarsi davvero importante per le donne.


Il tumore al seno


Il tumore al seno è una neoformazione della mammella che origina dai tessuti ghiandolari e si sviluppa autonomamente rispetto alla ghiandola mammaria, senza che il nostro organismo possa esercitare un controllo sulla riproduzione delle cellule coinvolte. Il carcinoma della mammella è il tumore più frequentemente diagnosticato nelle donne in Italia. Grazie agli screening preventivi e alla maggior consapevolezza delle donne, la maggior parte dei tumori maligni mammari è diagnosticata in fase iniziale quando il trattamento chirurgico può essere più spesso conservativo e la terapia adottata più efficace, permettendo di ottenere sopravvivenze a 5 anni molto elevate (quasi al 90% delle pazienti), con un buon recupero della qualità della vita.


A che età bisogna iniziare a fare prevenzione?

A partire dall’età fertile è importante tenere sotto controllo la salute del seno.

Un test semplice da svolgere ogni mese, una settimana dopo la fine del ciclo, è l’autopalpazione del seno, consigliata già dai 20 anni di età. Se si percepiscono noduli o gonfiori anomali, sanguinamenti o rossori è bene rivolgersi a uno specialista.




0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti