top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreGruppo Sadel

Malattie della prostata

Le malattie prostatiche sono estremamente comuni, soprattutto con l'avanzare dell'età.

La prostata:

  • Può aumentare di dimensioni, provocando disturbi minzionali;

  • Può infiammarsi, causando fastidio o dolore;

  • Può degenerare, dando origine a tumori benigni o maligni.

L'aumento di volume, l'infiammazione e la trasformazione neoplastica permettono di distinguere le tre principali categorie di malattie prostatiche: l'ipertrofia prostatica benigna, la prostatite e il tumore della prostata. Mentre le prostatiti colpiscono spesso in età giovanile, l'ipertrofia prostatica è più comune oltre i 40 anni e, talvolta, provoca sintomi che potrebbero essere confusi con quelli del tumore. Per questo motivo, dopo i 45-50 anni d'età, è buona regola eseguire visite urologiche preventive, allo scopo di individuare sul nascere eventuali patologie ed intervenire tempestivamente per impedirne l'evoluzione.




Prostatite: Infiammazione della Prostata


La prostatite è un'infiammazione della prostata che può presentarsi a qualsiasi età. Le cause che determinano l'insorgenza di questo processo flogistico sono molteplici e non sempre sono semplici da identificare. Di solito, il motivo principale della prostatite è un'infezione batterica, spesso a carico delle vie urinarie e, per lo più, è dovuta a germi intestinali. Tuttavia, la prostatite può insorgere anche in assenza di agenti patogeni. In alcune circostanze, si ipotizza la partecipazione di più fattori predisponenti, come stress, disordini immunitari, lesioni di natura traumatica, ecc.

Uno stimolo irritativo può essere fornito anche da regimi alimentari non corretti, da un'eccessiva assunzione di alcool, così come dall'uso di cicli e motocicli.

I sintomi della prostatite consistono in:

  • Dolore al basso ventre, spesso accompagnato da disturbi della minzione, come bruciori e stimoli frequenti;

  • Perdita di secrezioni mucose;

  • Presenza di sangue nello sperma;

  • Dolore durante il rapporto sessuale o l'eiaculazione.

In alcuni casi, il paziente può riferire sintomi aspecifici, come febbre e dolore a livello perineale, cioè nella zona compresa tra l'ano e la base del pene.

La prostatite può essere curata prevalentemente con farmaci antinfiammatori e, nei casi di infezione batterica, è possibile ricorrere a una terapia antibiotica.



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Post: Blog2_Post
bottom of page