Cerca
  • Gruppo Sadel

Afte: chi non le ha mai avute?

Che cosa sono le afte?

Le afte sono un tipo di ulcerazione molto comune, la più frequente tra le affezioni della mucosa orale. Colpiscono il 10% della popolazione, specialmente in età pediatrica e con una maggiore prevalenza nelle donne. Consistono in una rottura della mucosa orale, che spesso è preceduta qualche giorno prima da una sensazione di lieve fastidio, di dolore o bruciore. Le afte (anche definite stomatiti aftose o ulcere aftose) possono colpire altre zone del corpo oltre il cavo orale, come le mucose e semimucose genitali maschili e femminili, vale a dire prepuzio e glande, piccole e grandi labbra. A differenza delle vesciche causate dall'Herpes sulle labbra non sono contagiose. Tipicamente, nella prima fase, si ricoprono di una patina biancastra, composta da strati di una proteina, la fibrina, coinvolta nella coagulazione del sangue.

Quali sono le cause delle afte?

L'origine e il meccanismo che porta alla comparsa delle afte non è del tutto noto. Potrebbero esserci più fattori alla base dell'affezione. L'ipotesi prevalente è che le afte si formino in concomitanza con episodi di stress psicofisico esattamente come succede per l’Herpes Simplex o febbre delle labbra.

Si riconoscono molti fattori scatenanti quali:

  • Contatto con oggetti sporchi e con animali domestici.

  • Piccoli traumi della bocca, come mordersi la guancia accidentalmente, uso energico dello spazzolino, cibi acidi o piccanti.

  • Squilibri ormonali.

  • Mestruazioni.

  • Dieta povera di vitamina B12, zinco, acido folico (folati) e ferro.

  • Infezione da Helicobacterpylory.

  • Malattie infiammatorie croniche intestinali (ad esempio celiachia, morbo di Crohn, colite ulcerosa).

  • Sindromi di immunodeficienza e farmaci immunosoppressori.

Diagnosi

Per la diagnosi è spesso sufficiente una visita medica. Non sono generalmente necessari altri esami diagnostici.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti