top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreGruppo Sadel

I tumori dell’apparato genitale maschile pt.4

Cancro della vescica

A livello globale occupa la sesta posizione tra i tumori più comuni negli uomini, con il 4,4 per cento delle diagnosi; in Italia, con oltre 20.000 casi stimati nel 2020 (pari a quattro volte i casi registrati nella popolazione femminile), è il quinto cancro più frequente nella popolazione maschile (I numeri del cancro in Italia, 2020). Il motivo per cui questo tipo di tumore è più diffuso tra gli uomini probabilmente è in parte legato alla diversa distribuzione dei fattori di rischio riconosciuti per questa patologia, prima di tutto il fumo (un fumatore ha un rischio di circa tre volte maggiore di sviluppare la malattia), storicamente più diffuso negli uomini, e considerato responsabile di circa la metà di tutti i tumori della vescica. Ma, come per altri tumori, gli ultimi studi suggeriscono che a sfavorire gli uomini, anche in questo caso, siano più i fattori biologici legati al sesso, come gli ormoni, che una diversa esposizione a fattori di rischio. Pesano inoltre la familiarità e l’esposizione ai pesticidi, all’arsenico che può essere presente in acque non controllate e ai coloranti usati in alcuni processi industriali. Anche alcune categorie di lavoratori, come parrucchieri, autisti, addetti dell’industria dei pellami o delle vernici, sembrano essere maggiormente a rischio a causa delle sostanze chimiche o degli inquinanti a cui possono essere esposti sul luogo di lavoro: è il caso, per esempio, delle tinte per capelli o dei fumi diesel. Tra i fattori protettivi, come sottolinea l’American Cancer Association, vi è l’assunzione di buone quantità di acqua: quanto più si beve, tanto più spesso viene svuotata la vescica, allontanando in tal modo le possibili sostanze dannose. La presenza di sangue nelle urine è tra i sintomi più caratteristici e più frequenti (sebbene non esclusivi) della malattia. Il colore delle urine può risultare alterato: possono diventare rosa o marroni e accompagnarsi a dolore, urgenza di andare in bagno, frequente bisogno di urinare. Non si tratta, anche in questo caso, di sintomi esclusivi del tumore della vescica, ma in loro presenza è opportuno rivolgersi a un medico, che valuterà se procedere con un’ecografia o una cistoscopia, un esame, quest’ultimo, che permette di osservare la vescica con una piccola videocamera posta su una sonda che risale l’uretra.




0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Post: Blog2_Post
bottom of page