Cerca
  • Gruppo Sadel

Carcinoma Duttale Infiltrante: cos'è, quali i sintomi

Il carcinoma duttale infiltrante è un particolare tipo di tumore al seno.

Anche noto come carcinoma duttale invasivo, questo tumore viene così definito per la sua capacità di oltrepassare il confine della struttura mammaria per invadere altre aree corporee. Purtroppo, si tratta di una delle forme di carcinoma mammario maggiormente diffuse che, in alcuni casi, può associarsi anche ad altre tipologie di tumore, come ad esempio il carcinoma lobulare.

La prognosi e la strategia terapeutica dipendono dal grado di aggressività e dallo stadio del carcinoma. Ad ogni modo, in linea generale, il ricorso alla chirurgia è quasi sempre necessario.

Che cos'è il Carcinoma Duttale Infiltrante?

Il carcinoma duttale infiltrante è uno dei più comuni tipi di tumore al seno. È denominino "duttale" in quanto origina dai dotti mammari (galattofori o lattiferi) e "infiltrante" poiché oltrepassa la struttura della mammella diffondendosi anche al di fuori di essa, intaccando linfonodi e altri organi (metastasi).

Esistono due differenti sottotipi di carcinoma duttale infiltrante:

  • Il carcinoma duttale infiltrante non altrimenti specificato (abbreviato con l'acronimo "NAS");

  • Il carcinoma duttale infiltrante di tipo speciale.

Nel corso dell'articolo, tuttavia, non si entrerà nel dettaglio dei suddetti sottotipi, ma verranno analizzate solamente le caratteristiche generali del carcinoma duttale infiltrante.




Incidenza

Il carcinoma duttale infiltrante rappresenta la forma di tumore al seno più comune e maggiormente diffusa, difatti, costituisce ben il 75-80% di tutti i casi di carcinoma mammario.


Manifestazioni cliniche e sintomi del Carcinoma Duttale Infiltrante


Il carcinoma duttale infiltrante, solitamente, si manifesta come un nodulo percepibile al tatto che - all'esame ecografico o mammografico - si presenta con margini mal definiti o spiculati (forma "a stella") e può associarsi o meno a micro-calcificazioni(piccoli depositi di calcio). Nelle fasi iniziali, questa massa palpabile - generalmente dalla consistenza dura - difficilmente provoca dolore, ma può essere accompagnata da:

  • Increspamento della pelle del seno;

  • Gonfiore e rossore;

  • Secrezioni dal capezzolo;

  • Aumento del volume dei linfonodi ascellari.

Man mano che lo sviluppo del carcinoma duttale infiltrante prosegue, il nodulo di cui sopra aumenta le sue dimensioni e inizia a diffondersi ai tessuti circostanti, ai linfonodi e, potenzialmente, ad altri organi. In questa fase possono manifestarsi sintomi, quali:

  • Dolore sia del seno, sia dei linfonodi ascellari;

  • Retrazione e arrossamento del capezzolo;

  • Ulcerazione della cute soprastante.

Purtroppo, l'assenza di dolore nelle prime fasi di sviluppo del carcinoma duttale infiltrante può essere causa di un ritardo nella diagnosi.


Cure e trattamenti

Il trattamento del carcinoma duttale infiltrante, come accennato, dipende da molti fattori, fra cui la fase di sviluppo nella quale si trova il tumore al momento della diagnosi.

Ad ogni modo, nella maggioranza dei casi si procede con il trattamento chirurgico che - in funzione dell'espansione del carcinoma - può prevedere la rimozione parziale o totale della mammella. In alcuni casi, oltre alla rimozione della massa tumorale, lo specialista può ritenere necessario procedere anche con la rimozione dei linfonodi (sentinella e ascellari).

In seguito all'operazione chirurgica, sulla base delle caratteristiche del tumore (analizzate dall'anatomopatologo) e in funzione del grado di infiltrazione, il medico oncologo potrebbe decidere di sottoporre la paziente a cicli di radioterapia (anche intra-operatoria) e/o chemioterapia antitumorale.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti