top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreGruppo Sadel

Relazione tra smog e aumento delle allergie: cosa sta succedendo?

L’inquinamento atmosferico e lo smog stanno avendo un impatto negativo sulla nostra salute, aumentando l’insorgenza di patologie allergiche. Capiamo meglio di che cosa si tratta

Come l’insorgenza di allergie è favorita dall’inquinamento?

L’aumento della quantità di anidride carbonica dispersa nell’atmosfera causa periodi di impollinazione più lunghi e intensi e, di conseguenza, vi è una maggiore incidenza di allergie.

Inoltre, più alte sono le temperature maggiore è la quantità di ozono, un gas che è capace di irritare l’apparato respiratorio, accentuando i sintomi allergici come:

  • Prurito

  • Rinorrea

  • Congiuntivite

  • Ostruzione nasale

  • Starnuti

  • Raffreddore

  • Asma

  • Disturbi respiratori Da che cosa è causata l’allergia? Sicuramente, vi è una predisposizione genetica che si accentua nell’ambiente in cui si vive. Infatti, se il contatto con gli allergeni è elevato, maggiore è la probabilità di avere una reazione allergica. Inoltre, lo smog rappresenta un importante fattore di rischio che favorisce l’insorgenza di asma, rinite e dermatite atopica. Esistono anche altri elementi inquinanti sono i particolati a basso peso molecolare che causano infiammazione alle vie aeree, modificandone la permeabilità e favorendo l’ingresso dei pollini e di altri allergeni, tra cui spore, acari ed epiteli.




Quando preoccuparsi?

I sintomi di un’allergia includono:

  • Irritazione delle vie respiratorie

  • Congestione nasale

  • Irritazione oculare

  • Difficoltà respiratoria

  • Asma

  • Manifestazioni cutanee

Pertanto, quando si presentano uno o più sintomi sopra elencati si consiglia di rivolgersi a uno specialista in Allergologia.

È pericoloso trascurare un’allergia?

Nonostante la comparsa di sintomi allergici lievi e non persistenti, bisogna ricordarsi che possono peggiorare in maniera improvvisa durante gli anni o i mesi, avendo ripercussioni sulla qualità di vita del paziente e compromettendo:

  • La qualità del sonno

  • La capacità di concentrazione

  • L’umore

Inoltre, in alcuni soggetti è possibile che una semplice rinite possa trasformarsi in asma bronchiale.

Pertanto, è bene non trascurare un’allergia e rivolgersi a uno specialista.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page